Epicondilite o Gomito del Tennista: una Nuova Terapia

* AVVERTENZA: Come per ogni terapia, i risultati del Cro®system variano da persona a persona e non è possibile dare al paziente certezza di guarigione. È tuttavia da sottolineare come gli studi mostrino effetti significativi in oltre l’80% dei casi. Per maggiori dettagli si visiti la pagina Diffusione & Test Scientifici di questo sito. Su richiesta inviamo l'intera documentazione scientifica per i vostri medici curanti.

Il Croystem agisce sulla funzione muscolare mediante un’azione diretta sui centri di controllo.

Questa modalità di intervento consente di avere risultati in tempi molto brevi. La metodica non fa uso di farmaci, ma solo di una leggera vibrazione meccanica applicata solo sui muscoli interessati e non interferisce con pacemakers, protesi, pompe di infusione.

Può essere applicata senza dolore o fastidio, dai primi mesi di vita.

 

Clicca qui per avere un’ampia sintesi in italiano degli studi scientifici con i relativi link

Su richiesta forniamo gli studi integrali per i vostri medici curanti

Il trattamento di fisioterapia con il macchinario CroSystem risulta molto efficace per contrastare il gomito del tennista.

Cosa è l’Epicondilite

gomito-del-tennista-trattamento-con-crosystemL’epicondilite o gomito del tennista è una patologia caratterizzata da un dolore acuto che si irradia dalla parte esterna del gomito fino all’avambraccio e al polso.
L’epicondilite determina un dolore che viene avvertito quando si usano il polso o la mano per fare presa, come per stringere la mano o girare una maniglia.
Il dolore si accompagna a spiccata debolezza dell’avambraccio; in casi estremi l’epicondilite determina l’incapacità di tenere certi oggetti in mano, (ad esempio un bicchiere). L’infiammazione tende a peggiorare nel corso di settimane o mesi e la sua durata può essere anche di mesi.
L’epicondilite è conosciuta anche come gomito del tennista, gomito del motociclista o gomito del musicista poiché colpisce frequentemente queste categorie di persone.
In realtà è frequente anche tra altre persone che compiono dei movimenti ripetitivi col braccio e con il gomito: operatori di videoterminali (che usano spesso tastiera e mouse), sarti, dattilografi, autisti et.

Cause ed Effetti del Gomito del Tennista

Una delle cause ipotizzate è l’abitudine a portare a piena estensione il gomito, fino cioè al suo limite anatomico. Il ripetersi di questa condizione (ad es. quando il tennista colpisce di “dritto” o nel portare dei pesi come le borse della spesa) favorisce il sovraccarico dei capi articolari del gomito con fenomeni infiammatori. Tuttavia ad oggi, la o le cause non sono state ben individuate ed anche quale sia la porzione infiammata è incerto; sebbene infatti si parli spesso di tendinite, in realtà le pubblicazioni che testimoniano un reale quadro infiammatorio sono scarsissime.

Pur non essendo una patologia grave, l’epicondilite è molto invalidante poiché riduce considerevolmente le possibilità di azione del braccio coinvolto.
L’intensità del dolore e la lunga durata della patologia inducono inoltre a non trascurabili impieghi di antidolorifici e antinfiammatori.
Si tratta, quindi, di una patologia comune, fortemente limitante nella quotidianità e che, se non affrontata, può diventare cronica. Le terapie abituali si basano essenzialmente su farmaci antinfiammatori, ma il riposo prolungato appare l’unico rimedio reale.

Rimedi Contro l’Epicondilite

Se la situazione non è critica è possibile ridurre dolore e infiammazione con pochi semplici accorgimenti:

  • alla comparsa del dolore applicate subito del ghiaccio;
  • indossate una guaina o una benda elastica sulla zona dolorante, soprattutto di notte;
  • cercate di non praticare l’attività che ha probabilmente provocato l’epicondilite fino a che l’infiammazione non sia passata tuttavia non tenete nemmeno immobile il gomito;
  • quando possibile, occorre modificare il modo in cui si compie l’attività ripetitiva che ha provocato l’epicondilite;
  • effettuate degli esercizi di stretching per i muscoli collegati al gomito.

E da sottolineare che spesso il sopraggiungere dell’epicondilite si manifesta con sintomi modesti (blando dolore) ma è meglio non soprassedere sulla sua comparsa perché i sintomi tendono quasi sempre a ripresentarsi e peggiorare, rendendo più difficile il recupero.
Se l’epicondilite non si risolve o si ripresenta nel tempo con sintomi gravi (dolore acuto, perdita di funzionalità dell’arto etc.), è possibile valutare il ricorso ad iniezioni cortisoniche o all’intervento chirurgico, oppure è possibile ricorrere alla terapia fisioterapica breve (3 sedute) con il macchinario CroSystem.

Terapia con CroSystem contro il Gomito del Tennista.

macchinario vibrazione muscolare

Il trattamento di fisioterapia con il macchinario CroSystem risulta molto efficace per contrastare il gomito del tennista.

Il CroSystem è il primo protocollo in grado di agire direttamente sul sistema nervoso che controlla le articolazioni e viene utilizzato anche per problematiche importanti come paresi o paralisi o esiti di ictus e ischemie. E’ una terapia di riabilitazione e fisioterapia rivoluzionaria per la sua rapidità e la durata degli effetti che, nelle applicazioni ortopediche, possono durare dai sei mesi fino ad essere anche permanenti (approfondisci)
Il CroSystem riduce o risolve l’epicondilite mediante un’azione specifica di ottimizzazione della funzione dei muscoli che proteggono il gomito.
I risultati si ottengono senza assumere farmaci ed in sole 3 sedute da effettuarsi per tre giorni consecutivi. I benefici del trattamento si iniziano ad avvertire subito, ed aumentano dopo la 2a e 3a seduta.
E’ una metodica indolore e non fa uso di farmaci, campi elettrici o campi magnetici.
Il protocollo è stato testato in più di 30 pubblicazioni internazionali che hanno coinvolto più di 900 pazienti (
approfondisci)

Come Funziona un Trattamento con CroSystem

macchinario riabilitazione fisioterapiaUna seduta di trattamento con il macchinario CroSystem consiste nell’applicazione sui muscoli di un manipolo che conduce una leggera e indolore vibrazione meccanica; questa vibrazione meccanica è in grado di “dialogare” col Sistema Nervoso e di migliorare il modo in cui muscoli e articolazioni vengono utilizzate dal corpo. Il risultato è la riduzione o eliminazione delle cause e delle conseguenze dell’epicondilite, ossia del dolore e della debolezza.
Il trattamento completo con il CroSystem consiste in 3 sedute di fisioterapia di durata di 30-60 minuti da effettuarsi per tre giorni di seguito.
Il trattamento è indolore, non prevede farmaci, campi elettrici o magnetici ed è idonea a tutte le età (da 0 a 90 anni) e per chi porta stimolatori cardiaci e protesi.

Per ulteriori approfondimenti sulla terapia visitate la pagina Crosystem innovazione in Fisioterapia e Riabilitazione.

Dove Si Trova

CroSystem è sperimentato e/o utilizzato da istituzioni quali: Fondazione Santa Lucia, centri ospedalieri tra cui il San Giovanni Battista e il San Raffaele di Roma, l’Università Cattolica di Roma, l’Università di Perugia,  l’Ospedale civico di Lodi, le ASL dell’Aquila-Sulmona e di Latina (ospedali di S. Maria Goretti e Sezze) e numerosi altri centri privati, convenzionati e non.

L’elenco regolarmente aggiornato degli unici centri in Italia che realmente fanno uso del CroSystem ed hanno seguito i relativi corsi di preparazione al suo impiego è alla pagina Elenco dei Centri Abilitati.

Per avere altre informazioni sulla fisioterapia con il CroSystem, contattaci, oppure scopri dove poter effettuare un trattamento!